Schoolboys, Spinelli jr si conferma campione

Schoolboys, Spinelli jr si conferma campione

Abruzzo caro

La terra d’Abruzzo continua a regalare grandi emozioni alla Boxe Latina. Dopo Roseto degli Abruzzi nel 2018, è Montesilvano la nuova tappa trionfale dei Campionati Italiani Schoolboys. In comune tra le due località in provincia di Teramo e Pescara, c’è l’oro di Mattia “Il Cobra” Spinelli. Secondo titolo consecutivo, pur cambiando peso. Dominio assoluto in ogni match, spazzando via le incognite della vigilia. Sul podio c’è salito con pieno merito anche Luigi “Mariolino” Fè, un bronzo che impreziosisce la sua giovane carriera.  Di fondo c’è la soddisfazione infinita di una società, la Boxe Latina, che vive con passione il pugilato dal 1956 e che negli ultimi anni continua a raccogliere risultati e consensi. Da ogni dove.

La medaglia FPI

Il podio

L’avventura di Mattia Spinelli, così come quella di Luigi Fè, è iniziata al PalaSantoro di Roma, dove hanno superato la fase regionale guadagnando il pass per quella nazionale senza nemmeno passare per l’ulteriore torneo di qualificazione disputato la settimana prima a Pescara. Selezionati dalla Commissione Tecnica Nazionale per il record personale di match già sostenuti, hanno dovuto solo attendere gli ultimi nomi della batteria di 8 pugili, che componeva le varie categorie di peso, dai 38.5 kg ai 105 kg. In totale 130 atleti, promesse del pugilato tricolore di 13 e 14 anni.

Appuntamento dal 25 al 27 ottobre presso l’Hotel Mediterraneo, sede operativa della Federazione Pugilistica Italiana e del ring allestito all’ interno della sala congressi.

Per Mattia Spinelli, nei 52 kg, è stata una marcia inarrestabile. Dai quarti alla finale, Mattia si è aggiudicato tutti i round, vincendo ogni volta con il punteggio di 5-0, il che significa verdetto unanime. Ognuno dei cinque giudici ha decretato la superiorità del boxeur pontino. Primo avversario Salvatore Cadau del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro; secondo Antonio Giustino della società pugliese Team Dragon Caputo. Titolo conteso in finale da Antonio Giustino, campano della Casoria Boxe Picardi, ma sappiamo come è andata a finire.

Per Spinelli è la vittoria numero 16 su 17 incontri. A fine match ha dichiarato: “Ringrazio la mia società, i maestri, il presidente, la famiglia e mio cugino Manolo. Ci siamo allenati davvero tanto”. Subito dopo a parlare è il tecnico all’angolo Rocco Prezioso: “Auguro a Mattia di fare strada. Confermarsi campione è sempre più difficile che vincere la prima volta”. Nel 2018 aveva vinto nei 46 kg. Adesso un po’ di meritato riposo dopo un anno che lo ha portato anche agli Europei con la Nazionale in Georgia ad agosto. Ma le prossime sfide sono dietro l’angolo.

Luigi Fè con medaglia

Eccellente il comportamento di Luigi Fè, alla sua prima partecipazione ad un campionato italiano. Esordio nei quarti con il livornese Corrado Marianucci della Boxe Salvemini. Vittoria per 4-1, con un grande dispendio di energie per fronteggiare un avversario scorbutico. Un impegno che si è fatto sentire in semifinale, dove ha prevalso Lorenzo Rendola delle Fiamme Oro. 

I due pugili sono stati festeggiati al loro ritorno nella palestra del Palaboxe “Città di Latina” in via Aspromonte, dove sono iniziate le loro avventure. Applausi e presentazione in grande stile alla presenze di molti tesserati della Boxe Latina che partecipano ai corsi amatoriali. Hanno portato le loro medaglie con fierezza. La stessa fierezza che da 64 anni ostenta la Boxe Latina.

Bilancio

Le medaglie di Mattia Spinelli e Luigi Fè arricchiscono la bacheca di per sé già ricca della Boxe Latina. Un percorso che giunto a grandi traguardi, se ne pone subito altri. Tipico di chi non vuole accontentarsi: “Lo dimostrano questi due ragazzi – dice il presidente Mirco Turrin – che combattono relativamente da poco tempo e già sono arrivati così in alto. L’escalation di Mattia è sotto gli occhi di tutti. Non si diventa a caso due volte campione d’Italia o atleta della Nazionale agli Europei. Lo stesso possiamo dire di Luigi, che combatte da meno tempo di Mattia e per essere stata la prima partecipazione ad un campionato italiano, è andato oltre le più rosee previsioni.  Sono risultati da condividere tra la rosa dei nostri tecnici, da Rocco a Domenico Prezioso a Carmine Palma, fino a Manolo Morelli che ha sempre dimostrato attaccamento alla maglia, rimanendo nostro prezioso collaboratore dopo essere sceso dal ring”.  

Prossimi appuntamenti

Gli ultimi mesi dell’anno saranno ancora impegnativi. In programma il Criterium regionale giovanile il 9 novembre e le riunioni del 23 novembre e del 14 dicembre. In quest’ultima sono previsti anche incontri professionistici. Altro aspetto fondamentale: “Parteciperanno molte società pugilistiche della provincia di Latina, a conferma dello spirito che ci lega alle altre palestre del territorio, protagoniste nell’ arco della stessa serata nella splendida cornice del Palaboxe” ha concluso Turrin.